21.6 C
Milan
martedì, Maggio 21, 2019

Parla Miriam, l’ostetrica licenziata per “immunità molesta”
P

FONTE byoblu
- Advertisement -

Tempo di Lettura : 2 minutiQuesta sera su Byoblu parla Miriam, l’ostetrica licenziata per non avere voluto vaccinarsi contro la parotite. I media l’hanno dipinta spesso come una no-vax, e qualcuno tra gli alti prelati della curia vaccinista si è spinto perfino a definirla una criminale. Ma è questa la verità? Come sempre, le campane bisogna sentirle tutte, e Byoblu – che è al servizio dei suoi lettori – prova a mostrarvi la faccia nascosta della luna.

Vedrete i documenti che attestano come Miriam in realtà si fosse dichiarata disponibile a vaccinarsi, perfino contro una malattia per la quale ha prodotto ben tre risultati di laboratorio che indicavano come avesse una immunità a norma di legge, ovvero superiore ai limiti – pur arbitrari – stabiliti in materia. Ascolterete cosa ha fatto nella sua carriera per migliorare la condizione delle partorienti e per introdurre o incentivare tutte quelle buone pratiche, come il parto in casa o l’allattamento al seno, che poi sono state adottate perfino dalle famiglie reali. Una condotta esemplare per la quale è stata definita dalla scrittrice e insegnante Lucia Tancredi “non un’ostetrica qualunque ma l’ostetrica per eccellenza, quella che ha scommesso sulla sua professionalità per fare cose che nelle Marche potevano creare poli all’avanguardia“.

Eppure, nonostante questo, Miriam è stata licenziata e si trova in una situazione economicamente problematica (non ha uno stipendio da mesi e non ha diritto alla disoccupazione) e in uno stato psicofisico di grave avvilimento, costretta a provare vergogna, quando nell’istituzione ospedaliera vi sono casi molto gravi, relativi a violenze sessuali, truffa ai danni dello Stato, anche in presenza di condanne e carcerazioni, che mantengono retribuzione, assegni familiari e per i quali non si è arrivati al licenziamento in tronco come per lei.

Per questo, Miriam il primo di maggio ha scritto al Ministro della Salute Giulia Grillo, per sottolineare proprio nel giorno della festa del lavoro quale sia il destino dei lavoratori che in questo Paese hanno alle spalle una lunga e meritevole carriera.

Su Byoblu, intervistata da Claudio Messora, Miriam è venuta accompagnata dal suo legale rappresentante, l’avvocato Monica Seri, che la sostiene in questo difficile percorso, nell’attesa che almeno la magistratura le restituisca la sua dignità.

- Advertisement -

ArrayArray