Regolamenti UE per strozzare l’informazione libera – Claudio Messora

0
6
FONTEmepiu
Tempo di Lettura : 1 minuto

Siamo vicini alle elezioni europee di maggio 2019, quindi, come in passato, è arrivato il momento di prepararsi ad accogliere qualche bel cetriolo che l’Europa ha in caldo per soffocare l’informazione libera. Le Élite che hanno dominato il continente fino ad ora vedono in grave pericolo la loro sopravvivenza (politica), allora è necessario scongiurare il rischio di avere delle fonti autorevoli e libere nel panorama dell’informazione. Queste fonti potrebbero permettere all’opinione pubblica di costruirsi un quadro della realtà più consapevole. E questa è l’ultima cosa che un “regime” (di pensiero d’intendo) può permettere.

Per arginare questa eventualità, sono pronte per le grandi aziende come Facebook e Youtube, regolamenti e vincoli che costringeranno le piattaforme ad adottare provvedimenti che ostacoleranno la regolare diffusione dei contenuti. L’abbiamo già visto in passato. Teniamoci pronti e stiamo a vedere.

Claudio Messora, noto Blogger (byoblu.com), collegato telefonicamente con Valerio Malvezzi e con la sala in cui si è tenuto l’evento “è la stampa bellezza 2019” Treviso, 13 gennaio 2019, ci invita con questo messaggio a tenere la guardia alta e a sostenere sempre e comunque l’informazione libera che nasce dal basso.